Breaking News

Thursday, 29 September 2016

Ciao Giulia!


Drawings for Ravenna & Dintorni Magazine

La morte di Giulia è arrivata a colpi di bastone, preso dalla legnaia. L’aggressione sarebbe cominciata al piano terra davanti a un quadro: proprio la visione di alcune opere d’arte di famiglia, in previsione di una futura vendita, sarebbe stata la scusa utilizzata dal marito per portare la donna in quella casa disabitata. I due sono stati visti insieme giovedì pomeriggio e poi venerdì mattina quando hanno accompagnato a scuola i figli.
Uno degli elementi che ha messo gli inquirenti subito sulle tracce del marito di Ballestri è stato aver trovato l’abitazione con l’allarme inserito: solo i coniugi avrebbero avuto le chiavi e con la moglie morta solo il marito poteva aver inserito l’antifurto una volta uscito. La difesa invece afferma che la donna aveva due copie di chiavi e un’altra era in dotazione alla domestica. Non solo: non era abitudine di Cagnoni mettere l’allarme perché la casa era disabitata ed era capitato che fosse scattato per la presenza di animali e non reali furti, sarebbe inoltre accaduto di trovare un senzatetto accampato clandestinamente. Continua

No comments:

Post a Comment