Breaking News

Saturday, 2 July 2016

Portrait Luigi Spinola - Pagina99

I genitori uscivano dall’ospedale di Santiago del Cile col figlio appena nato; poco più in là, i militari bombardavano il palazzo La Moneda deponendo violentemente Salvador Allende. Era l’11 settembre (del 1973), data ricorrente nella vita di Luigi Spinola; conduttore di Radio3Mondo, condirettore di Pagina99, ex capo degli esteri a Il Riformista, la sua è stata una gioventù da globetrotter.

«Mio padre era un diplomatico, lavorò durante uno dei rari momenti luminosi della diplomazia italiana. Che, infatti, non riconobbe mai la giunta militare di Pinochet. Dopo il golpe l’ambasciata diventò un rifugio per quelli che riuscivano a scampare alle esecuzioni. Quotidianamente riceveva telefonate di minaccia, anche da italiani residenti in Cile: veniva accusato di essere un comunista e di ospitare ribelli». Continua

No comments:

Post a Comment